I 10 consigli per un consumo intelligente di ENEA e Green Cross per gli studenti

L’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico (ENEA) insieme a Green Cross, ha stilato il “Decalogo del consumo intelligente” , ovvero una serie di 10 suggerimenti per insegnare agli studenti come poter risparmiare energia nella vita di tutti i giorni ponendo la scuola al centro dell’educazione ambientale per impostare le basi di un futuro nel rispetto dell’ambiente.

Il “Decalogo del consumo intelligente” è nato per “Italia in Classe A”, la campagna nazionale di informazione e formazione sull’efficienza energetica promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e il concorso nazionale “Energia libera tutti”, dedicato alle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2017/2018.
L’obiettivo è quello lavorare ad una transizione che renda consapevoli dello spreco energetico per arrivare ad uno stile di vita sostenibile che salvaguardi l’ambiente e la salute; ciò non significa rinunciare al comfort ma svolgere le stesse attività giornaliere usando meno energia, coinvolgendo le scelte sulle tecnologie da usare ed essere responsabili delle proprie azioni.

 

Ecco di seguito i 10 consigli di Greencross Italia ed ENEA per risparmiare energia in maniera semplice:

  1. Suggerisci l’acquisto di prodotti di classe energetica A o superiore con certificazioni “energystar” ed “ecolabel”: marchi che garantiscono la qualità, basso consumo energetico e rispetto per l’ambiente. Per fare un esempio, i monitor LED consumano fino al 70% di energia in meno rispetto ad un monitor LCD.
  2. Accendi solo l’apparecchio che ti serve e spegni gli apparecchi staccandoli dalla presa elettrica. Il 10% dell’energia consumata da un apparecchio elettronico è dovuto dallo stand-by.
  3. Attiva le funzioni “risparmio energia” e disattiva il “salvaschermo”. Le funzioni di risparmio energetico riducono i consumi durante l’inattività; il salvaschermo era utile per evitare di bruciare i fosfori del monitor a tubo catodico, ma con gli attuali monitor a LCD o a LED non è più necessario.
  4. Evita di stampare più volte un documento ancora in lavorazione.
    Lavora alle varie revisioni del documento direttamente sul computer e stampalo una volta che sei arrivato alla versione definitiva: in questo modo si possono ridurre energia, carta e inchiostro. Sfrutta la modalità “economy”, “draft” o “bozza”.
  5. Spegni le luci quando esci da una stanza e accendile solo quando ti serve. Sfrutta la luce del giorno quando possibile e utilizza lampadine a LED.
  6. Usale scale al posto dell’ascensore. E’ un’occasione per fare ginnastica: ogni volta che l’ascensore non viene utilizzato, si risparmiano 0,05 kWh.
  7. Riduci il tempo impiegato per fare la doccia. La doccia breve risparmia acqua e l’energia usata per riscaldarla; tieni presente che ogni minuto vengono consumati circa 10 litri di acqua. Ricorda anche di chiudere l’acqua mentre ti lavi i denti e ti insaponi.
  8. Se la temperatura a casa o a scuola non è confortevole, non aprire le finestre e non spogliarti: chiedi piuttosto di regolare la temperatura ambientale. Aprire le finestre con l’impianto di riscaldamento acceso è un grande spreco di energia. Se al contrario hai freddo, copriti con un maglione.
    Il 25% dell’energia usata in città viene consumata all’interno delle abitazioni, mentre la spesa energetica in continua crescita, è proprio quella usata per climatizzare gli ambienti.
  9. Usa la bicicletta o i mezzi pubblici per spostarti. Quando è possibile, approfittane per fare una camminata: in media, ogni litro di benzina bruciato da un’automobile, rilascia in atmosfera più di 2,5 kg di CO2.
  10. Non lasciare la porta del frigorifero aperta. Usa gli elettrodomestici con intelligenza, ad esempio usa la lavastoviglie solo a pieno carico e non usare il ciclo di prelavaggio della lavatrice: le moderne lavatrici hanno la possibilità di saltare questo passaggio.